Fiera dell'editoria italiana

8 12 marzo 2018
fieramilanocity

Fiera dell'editoria italiana

8 12 marzo 2018
fieramilanocity

Autopubblicati: quanti? Come? E con che mercato?

30 marzo 2017

Quali sono i numeri degli autori indie? In che modo gli autori utilizzano le piattaforme di autopubblicazione? Qual è la frequenza d’uso dei servizi editoriali? E, infine, quanti di loro riescono a sostenersi economicamente, attraverso questa scelta? Se in America e in generale nei Paesi anglofoni questi dati cominciano a essere disponibili e a dare contezza di un mondo sempre più delineato e in crescita, in Italia l’autopubblicazione rimane più sfuggente, almeno a livello di numeri e statistiche chiari, e quindi il suo impatto sulla scena e sul mercato editoriale – ancora ampiamente in corso – non è ancora quantificabile in termini economici, né qualificabile in termini di cambiamenti dell’ambiente editoriale-letterario, se non a grandi linee.

Si è cercato di dare una stima del mercato durante la convegnistica professionale di Più libri più liberi, attraverso l’indagine (realizzata in collaborazione con la banca dati e-Kitab) sull’autopubblicazione in Italia: i risultati davano un valore di mercato (calcolato a partire dai ricavi caratteristici dei principali player italiani del settore) stimato in almeno 17 milioni di euro. Da questo valore sono esclusi gli acquisti di copie da parte dell’autore o del pubblico nei canali di vendita, e soprattutto quelle che transitano attraverso il Kindle Direct Publishing di Amazon. Un valore che rappresenta l’1,6%-2,0% del fatturato dei canali trade. La crescita tra 2014 e 2015 – probabilmente anche a causa dello spostamento verso l’e-book – appare comunque modesta (+1%) ma, appunto, non considera le attività di Kindle Direct Publishing, che è senz’altro il più importante (e più sfuggente) operatore del settore.

 @-di-digitale-tempo-di-libri

Anche per questo durante Tempo di Libri verrà presentata da SELFPQ16, in collaborazione con Extravergine d’autore (la prima vetrina web per il self publishing di qualità), la prima indagine di tipo quantitativo fatta in Italia per rilevare e analizzare i dati sugli autori indie italiani in un confronto con i loro colleghi nord-americani. L’incontro Chi sono gli autori Indie Italiani? I risultati della prima indagine sul loro profilo professionale e autoriale vedrà la partecipazione di Nunzia Assunta D’Aquale (SELFPQ16), Michel Franzoso (Extravergine d’autore), Francesco Grandis  (autore), Margherita Melara (SELFPQ16 & Extravergine d’autore) e Cristina Mussinelli (consulente Aie per l’editoria digitale e membro del W3C Publishing Steering Committee), per presentare i dati raccolti e cominciare un nuovo capitolo della discussione sul ruolo del self publishing nel panorama editoriale italiano, e la sua ricaduta sugli autori.

Una manifestazione di
Promossa da