Fiera dell'editoria italiana

8 12 marzo 2018
fieramilanocity

Fiera dell'editoria italiana

8 12 marzo 2018
fieramilanocity

Leggere a modo mio

19 aprile 2017

Fabio Stassi

F. Stassi, L’alfabeto di Zoe (Bompiani)

Consigliato per le classi della scuola secondaria di secondo grado


L’autore: Di origini arbëreshë della Sicilia, Fabio Stassi vive a Viterbo e lavora a Roma presso la Biblioteca di Studi Orientali della Sapienza. Ha scritto le sue opere viaggiando in treno fra Viterbo, Orte e Roma

Sinossi del libro: “Questa sono io: Zoe! Lo so, non mi potete vedere: questo è soltanto un libro, e un libro è fatto di parole. Potrei incollare la foto che ho tra le mani oppure disegnarmi con dei gessetti colorati. Sarebbe facile. Potrei. Ma non voglio.” Comincia così, con un autoritratto che non mostra nulla ma rivela molto, l’avventura di Zoe, che indossa sempre scarpe da tennis bucate, ha i capelli lanosi ed è molto decisa e ostinata. Zoe guarda il mondo che la circonda con occhi diversi: soffre di dislessia e nel suo alfabeto personale le lettere non sono sempre nell’ordine che conosciamo noi. La sua mamma “ha smesso di vivere senza smettere di respirare”, e il suo papà da allora è un altro. Ma Zoe non si fa bastare la realtà, e con l’aiuto di due amici si getta a capofitto in un’indagine accurata in sella alla sua fedele bicicletta gialla. Scoprirà così che niente è come sembra: sua madre non è in coma, ma è l’inconsapevole vittima di un crudele, sistematico furto di ricordi. Per restituirglieli, Zoe affronterà senza paura il Re degli Specchi. Narrate dalla voce di Zoe stessa, le sue avventure celebrano l’orgoglio della diversità e rispecchiano un mondo in cui le debolezze diventano punti di forza.

 

Trova la sala
Una manifestazione di
Promossa da